Il galateo nell’Email Marketing

close-email-get-work-done

Galateo, social bon ton, nitiquette. Ormai, anche sul web, oltre che nella vita reale, vigono delle norme ben precise di comportamento da adottare. Anche quando si decide di inviare le newsletter ai propri clienti esistono delle regole da rispettare e da non sottovalutare per una comunicazione efficace. In particolare:

  • Scegliere se dare del “tu” o del “lei”: quando si decide di inviare ai propri clienti una newsletter innanzitutto si deve decidere quale sarà il tono da assumere, quindi se usare il “tu” o il “Lei”. Se si ha a che fare con clienti molto importanti si dovrà usare un linguaggio formale. Al contrario se si comunica con un target più giovane, allora il “tu” sarà quasi d’obbligo, anche perché il “Lei” potrebbe essere sentito come freddo e distaccato.
  • Programmare in maniera corretta l’invio: si tratta di scegliere il giorno e l’ora in cui inviare la propria newsletter. È una buona abitudine non programmare mai l’invio di una mail prima delle ore 9,00 né dopo le ore 21,00; ovviamente si tratta di orari che restano comunque indicativi, possono infatti variare sia in base al proprio business che in base alla zona geografica in cui si opera. Gli orari migliori per aumentare la probabilità di essere letti restano le ore 11,00 e le ore 16,00; tendenzialmente, per quanto riguarda i giorni della settimana in cui preferire gli invii, conviene evitare il weekend ma anche il venerdì e il lunedì e cercare di concentrarsi sulla parte centrale della settimana.
  • Evitare di spedire troppe email. Il tutto deve essere programmato in un piano editoriale intelligente e preciso.
  • Utilizzare un linguaggio semplice e leggibile.
  • E’ banale ma fondamentale: attenzione alla grammatica!
  • Questione emoticons: dipende. Ovviamente non sarà considerata buona norma fare uso di “faccine” in contesti autorevoli e formali. Al contrario, se parliamo di ambiti diversi con un target creativo e giovane, l’uso delle emoticons non sarà affatto visto in modo negativo ma anzi potrà di sicuro portare ad un buon livello di redemption.
  • E’ obbligatorio porre alla fine della propria newsletter la possibilità per l’utente di disiscriversi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...